il “re degli opinionisti tv” non confermato a Sky.

0
1660

Un salutone affettuoso a Massimo Mauro.

Il celebre opinionista di Sky, infatti, non è stato riconfermato nel palinsesto televisivo della tv di Murdoch costringendo gli abbonati a rinunciare alla sua presenza durante il salotto di “Sky Calcio Club” condotto da Caressa.
Impossibile anche la migrazione verso la sua naturale destinazione perché Juventus TV ha chiuso i battenti.
Ci mancheranno le sue perle di saggezza.
La sua imparzialità. Il suo equilibrio.
Se non era il re degli opinionisti poco ci mancava. Ad avere il coraggio di dirlo, ovviamente, è stato lui stesso, quando alla domanda “Dica la verità, si sente un po’ il re degli opinionisti tv?” ha risposto: “Beh, il re no, ma in un’ipotetica classifica sarei “da scudetto” o comunque in zona Champions». E se lo dice lui, come non credergli?
http://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/11869492/massimo-mauro-calcio-italiano-sky-dirigenti-lotito.html

Lo ricorderemo così, come quando definiva la tecnologia Var “la rovina del calcio” costringendo la redazione di Sky Sport a prendere le distanze dalle sue posizioni.
https://sport.sky.it/calcio/serie-a/2017/10/02/var-vantaggi-sky-si.html

Quando al cospetto di Rizzoli dichiarò  La Var mi fa cagare”.
https://www.youtube.com/watch?v=-Bvbt1owOms

Quando bollò ’ex allenatore del Napoli Benitez come “disonesto” e per tutta risposta Rafa dichiarò che preferiva sentirlo parlare di politica o di golf piuttosto che di calcio.
https://www.youtube.com/watch?v=RbkdwUkrMtY

Il riferimento al golf non era casuale, ma dovuto al fatto che Mauro sedeva nel Consiglio d’amministrazione del “Royal Park Golf I Roveri”, dove Allegra Agnelli è Presidente e Andrea Agnelli Vice Presidente..

Lui che già nel 1981 quando l’Inter voleva prenderlo il Catanzaro rispose: “non pensi a Mauro, ci dispiace ma è elemento da Juventus”! E quanto avevano ragione.
https://www.facebook.com/blogmauriziozaccone/photos/a.863919210421786.1073741828.863853350428372/963647660448940/?type=3&theater

Poi la confessione: passato al Napoli dalla Juve in un match con i bianconeri agli azzurri mancano 2 rigori. E lui dichiarò: “quando ero bianconero certi rigori me li davano”.
https://imgur.com/vJrurgr

Questo significa essere onesti.

Considerando che anche Ilaria D’amico lascia la serie A ad Alessandro Bonan, verrebbe da pensare ad un tentativo di “dejuventinizzazione” dell’emittente ma appare problematico.
Si rischierebbe di restare solo con i cameraman, forse.
E poi a Ilaria D’amico è sempre stato riconosciuto « un approccio neutrale».
Sante parole. A dirle, ovviamente, lei stessa.
E per fugare ogni dubbio ha scelto il giornale sportivo più imparziale dello stivale. Tuttosport.
https://www.ilnapolista.it/2018/07/ilaria-damico-intervista-neutrale/

Ma gli appassionati di calcio possono dormire sonni tranquilli.

Per par condicio scompare, sembra, anche Lele Adani, che paga lo scotto di capirne di calcio.
E restano i Vialli & Co. per espletare le procedure di beatificazione ad ogni sbadiglio di CR7.
Un compito che con Mauro in scuderia sarebbe stato più semplice, bisogna ammetterlo.
Ma siamo sicuri che il buon Massimo saprà farci sentire la sua voce anche da altri lidi.
E mal che vada, Massimo, attiva i social; davvero vuoi farci restare senza il “re degli opinionisti tv”?

CONDIVIDI
Articolo precedenteMediaset scopre Bargiggia…
Articolo successivoI soliti napoletani…
Maurizio Zaccone
Sono nato a Napoli nel 1974. All'attività di organizzatore eventi e grafico pubblicitario, ho sempre affiancato la mia passione per la scrittura. Giornalista e Blogger. Scrivo per Quotidiano Napoli (free press partenopeo) e Identità Insorgenti (testata on line). Ma, soprattutto, scrivo per la mia città.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here