Succede a Londra, ma spunta sempre Napoli….

0
3926

Minacciata dai criminali in motorino” è il titolo dell’articolo di Virginia Blackburn, reporter del Daily Express, il noto quotidiano britannico.
https://www.express.co.uk/comment/columnists/virginia-blackburn/970706/menaced-moped-criminals-crime-naples-italy-london-streets

La cronista racconta la sua disavventura vissuta in una zona residenziale di Londra, dove ha intuito che due uomini su un ciclomotore la volessero scippare, e che il furto non sia riuscito per il sopraggiungere di due auto che avrebbero ostacolato la corsa del mezzo a 2 ruote.
Un presunto tentativo di scippo, quindi.
Fin qui, tutto regolare.

La parte bella è però l’incipit dell’articolo. L’esperta cronista, di borseggi non ne aveva mai sentito parlare (?), se non 10 anni fa quando era stata in vacanza a Napoli.

E figuriamoci.

Lì aveva preso tutte le precauzioni indicatele, come stare lontana dal bordo del marciapiede,  tenere la borsa non sul lato della strada, ecc.
Ma “in Italia”, aggiunge, non l’aveva scippata nessuno, però.
Il fenomeno, secondo Virginia,  ora si è diffuso anche a Londra.
E quindi appelli per strade sicure, ecc.
Ora che a Napoli gli scippi avvengano, sarebbe assurdo contestarlo, anzi.

Quello che però stupisce è il fatto che la notizia sia che “ora il fenomeno si è diffuso anche qui”.

Sarebbe bastato leggersi il rapporto di ieri della Metropolitan Police (la polizia della capitale britannica) che parla di 22.000 reati con questa specifica modalità dal 2017 a maggio 2018 a Londra.

430 al giorno.

E il fenomeno sembra addirittura in calo negli ultimi mesi, quindi prima era anche peggio.
https://www.agenzianova.com/a/0/1952278/2018-06-07/regno-unito-londra-ogni-settimana-commessi-430-scippi-e-reati-con-i-motorini

Non sono in calo invece tutti gli altri reati come scippi, accoltellamenti, furti, sparatorie, stupri e omicidi, tanto da superare in tasso di criminalità New York.
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/londra-crimini-aumento-quando-sadiq-khan-stato-eletto-1480086.html

Non c’era bisogno quindi, cara Virginia Blackburn, di attingere ai ricordi di vacanze lontane per parlare di scippi.

Bastava ogni tanto affacciarsi alla finestra.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here