Younes e il giornalismo fantasia!

0
9882

Finalmente è tutto chiaro.
Il calciatore tedesco di origini libanesi Younes, dopo aver firmato con il Napoli, è scappato perché faccia a faccia con mafiosi italiani”.
https://www.telegraaf.nl/sport/1855850/younes-oog-in-oog-met-italiaanse-maffiosi
Così ci racconta il prestigioso quotidiano olandese De Telegraaf, con un articolo a firma Mike Verweij.

Avrebbe trovato Napoli una città povera e in stato di degrado.

Non merita il titolo dell’articolo invece un’altra motivazione presunta dal giornalista (la quale se vera sarebbe molto più plausibile), e cioè che Sarri, dopo averci parlato, non gli avrebbe garantito un posto da titolare nei 6 mesi a seguire, pregiudicandogli la possibilità di mettersi in vista per i Mondiali.

E tutta la stampa italiana ci si è buttata sopra, con dolcissimi titoli come:

“C’è la camorra dietro al ‘no’ al Napoli”
https://sport.virgilio.it/ce-la-camorra-dietro-al-no-al-napoli-35841

Napoli, Younes impaurito dai mafiosi
https://www.tuttomercatoweb.com/serie-a/de-telegraaf-napoli-younes-impaurito-dai-mafiosi-1094005

Napoli, il faccia a faccia con i camorristi e Sarri: il no di Younes.
http://www.calciomercato.com/news/napoli-il-faccia-a-faccia-con-i-camorristi-e-sarri-i-motivi-del–37951

Younes dall’Olanda: non vengo a Napoli per la camorra
http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/cronaca/18_marzo_30/younes-dall-olanda-non-vengo-napoli-la-camorra-4b2c434c-3408-11e8-a818-49218ffab94d.shtml

Finalmente poi qualcuno ha deciso di approfondire  (Radio CRC) ed ha ascoltato Mike Verweij

il quale ha dichiarato: “Ho provato a parlare per più di 2 mesi con Younes che però non mi ha mai voluto raccontare nulla, ho provato anche con Innocentin (procuratore), ma la risposta è stata la medesima. Quindi, ho percorso strade alternative, mi sono rivolto ai compagni di squadra e altre persone vicine a Younes ed è venuta fuori l’idea che ho scritto stamani sul Telegraaf”.
Straordinario.
Si tratta quindi di “un’idea” del giornalista. Senza fonti ufficiali. Senza niente.
Di questo “faccia a faccia” con i camorristi poi, nulla di nulla.
Ma questo nulla è bastato per far fare un discreto numero di titoli di giornale in Italia nel mondo.
E visto che sembra che  il 70% degli utenti che interagisce con una notizia non vada oltre il titolo
https://www.focus.it/tecnologia/digital-life/il-70percent-degli-utenti-facebook-legge-solo-il-titolo
la frittata è fatta.

Un’altra non-notizia diventata notizia.

La verità è che sulla vicenda Younes si sa ben poco e i diretti interessati non hanno fornito mai particolari utili a ricostruire l’accaduto.

Il calciatore, già noto in Olanda per le sue bizze, poi relegato in seconda squadra dall’Ajax dopo aver rifiutato di entrare in campo dalla panchina e sospettato dalla stessa di aver simulato un infortunio al ginocchio, ha sostenuto le visite mediche con il Napoli e poi, repentinamente, ha cambiato idea.

La prima scusa addotta era “mio nonno sta male”. Come quando ci interrogavano a scuola.

Poi sembra abbia provato a delegittimare il contratto firmato.
Senza fornire nessuna pubblica spiegazione a nessuno.
Forse  perché attratto da altre offerte. Forse non gli è piaciuta la città. Forse non gli è piaciuto lo stadio. Forse non gli è piaciuta la pizza.
Dettagli, che nemmeno ci interessano.
Se la sbrigassero i legali. A noi servono persone motivate e decise.
Di Younes e Coyounes non ne abbiamo bisogno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here