29° giornata: Napoli-Genoa 1-0

0
6037

E’ passata anche la 29° giornata.

Ancora una volta è la Juve a scendere prima in campo, ma non facciamo polemiche perché Allegri aveva già chiarito che non significa nulla giocare prima, è Sarri il solito lamentoso, lo sappiamo.

Poi il mister bianconero dichiara: “vogliamo far giocare il Napoli a -7” per mettergli pressione. Ottima idea.
Per realizzarsi però bisogna avere il vantaggio di giocare prima. Ah no, scusate, giocare prima o dopo è la stessa cosa.
Poi però la Juve a + 7 non ci va, allora è “Inutile fare conti”.
http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/17-03-2018/juventus-allegri-inutile-fare-conti-sono-mancate-energie-mentali-2501003496060.shtml

Infatti i bianconeri vengono fermati in casa della Spal, 50 punti in meno in classifica.
I Ferraresi hanno avuto il merito di crederci e di giocarsela dignitosamente.
Portano a casa un punto in classifica e perdono il diritto di iscriversi a Scansopoli.
Preoccupazione per Dybala su un brutto tackle dell’uomo invisibile, ma sembra sia tutto a posto.
https://twitter.com/tackleduro/status/975141514987868160

Ma per Allegri, più che merito della Spal, sono stati loro ad aver fatto “un’opera di bene”.
https://www.tuttomercatoweb.com/napoli/?action=read&idnet=dHV0dG9uYXBvbGkubmV0LTM0ODkzMw

In attesa che giochi il Napoli seri problemi per la redazione di Tuttosport, che non potendo titolare più “sorpasso” e dovendo cestinare il titolo “fuga della Juve” opta per una prima pagina dedicata al ciclismo.
http://www.giornalone.it/prima_pagina_tuttosport/precedente/

E se le cose dovessero prendere una piega indesiderata già pronte le prime pagine dedicate al campionato regionale di cricket e alla finale nazionale di freccette.

24 ore e poi tocca al Napoli che affronta il Genoa.
Finisce 1-0 per noi grazie alla rete di Albiol.
67% di possesso palla, 16 tiri totali e 2 legni presi.

Se avessimo vestito un’altra maglia sarebbe stata una buona vittoria, quantomeno.

Ma con la maglia azzurra invece, a Sky Calcio Show,  “il Napoli vince, ma una gran fatica” (Caressa) – “sono 2 partite che il Napoli gioca con poca intensità, senza quella velocità e quelle combinazioni che conosciamo” (Bergomi).  “Il Napoli ha un appannamento lungo, ha perso il gioco a memoria” (Mentana).
http://www.dailymotion.com/video/x6giz6y

Vabbè, se pensiamo che il buon Beppe settimana scorsa aveva già letto negli occhi dei giocatori napoletani la resa incondizionata, possiamo accontentarci.

Che il Napoli possa essere apparso meno brillante, è pacifico. Lo è stato.
Specie se il termine di paragone è con partite giocate in maniera divina e spettacolare.
Ma ieri bisognava vincere, e si è vinto.
Con merito, senza aiuti. Con rete di Albiol, non di Culovic.
Ci basta. 23 vittorie, 4 pareggi e 2 sconfitte.
73 punti, 10 in più dell’anno scorso.

Negli ultimi 10 anni solo la Juve del 2013/2014 (quella che finì a 102) aveva più punti (76) alla 29° giornata. Oltre alla Juve di oggi, chiaramente, che ne ha 75.

Questo per ricordarci, qualora ce ne fosse bisogno, che cammino stiamo facendo.
Ora c’è la sosta. Si può rifiatare.
Poi restano 9 battaglie, compreso lo scontro diretto.
Ci sarà solo un momento per fare i conti. All’ultima giornata.

Prima di allora #vietato mollare.

__________________________________________

“Chi ha paura resti nello spogliatoio” (Nereo Rocco).

CONDIVIDI
Articolo precedente28° giornata: Inter -Napoli 0-0
Articolo successivoLa Napoli di Sandro Mayer
Maurizio Zaccone
Sono nato a Napoli nel 1974. All'attività di grafico pubblicitario, ho sempre affiancato la mia passione per la scrittura. Giornalista e Blogger. Scrivo per Quotidiano Napoli (free press partenopeo) e Identità Insorgenti (testata on line). Ma, soprattutto, scrivo per la mia città.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here