Napoli-Juventus da 50€ in poi

0
914

Sul caro-biglietti per il match Napoli-Juve se ne stanno dicendo tante.

C’è chi difende a spada tratta questa scelta perché a loro dire in linea con i prezzi praticati in altri stadi o perché si tratta di un big match.
C’è chi la contesta per tutta una serie di motivi, non ultimo il fatto che Napoli è una città povera, e come tutte viene da una crisi Covid devastante. Per quanto sacrosanto e incontestabile quest’ultimo punto, io non lo rivendico.

Sarebbe certo ragionevole per un club rendersi conto che la crisi è per tutti e che sarebbe saggia decisione marketing (non carità) adeguarsi alla “tasca” dei consumatori, specie se ci ricordano ogni secondo che il calcio è in crisi proprio per il Covid e che quindi operazioni di mercato mirabolanti nessuno se le deve aspettare proprio per questo. Ma non mi ci soffermo.

Un passaggio però lo vorrei fare su altre cose.

VOUCHER ABBONATI

Nel 2019/2020 ho sottoscritto un abbonamento di Curva. L’ho fatto perché l’ho ritenuto conveniente e perché la politica dei prezzi mi è apparsa chiara e coerente.

I prezzi di tutte le partite furono pubblicati anticipatamente: per una curva 40€ per 4 match, 25€ per altri 9 e 14€ per altri 6, a seconda dello spessore dell’avversario.
https://www.napolitoday.it/sport/ssc-napoli/prezzi-biglietti-napoli-partite-2019-2020.html


Chi si abbonava pagava tutte le partite 14€. Sapevi prima del risparmio in caso di abbonamento; sapevi prima dei costi  nel caso sceglievi di andarci solo in determinate occasioni.

Una politica “normalissima” che aveva già l’accezione della straordinarietà visto che nel 2016/2017 gli abbonati si ritrovarono a pagare più di chi scelse di acquistare il biglietto volta per volta.

In Tribuna Posillipo 500€ in più. Tanto che alcuni fecero ricorso e un Giudice stabilì che avevano diritto al rimborso.
https://www.ilnapolista.it/2018/10/napoli-condannato-risarcimento-abbonati/

Il calcio chiude e ci si ritrova con un abbonamento solo parzialmente utilizzato.

Il Napoli offre un voucher del valore economico restante. Nel caso di un abbonamento di Curva € 87,16.

Non predispone la possibilità di un rimborso economico (lo faranno, successivamente, solo Inter e Milan). Dispone unilateralmente termini e tempi della richiesta di rimborso, pena il mancato diritto a riceverlo.

E, soprattutto, il voucher non “vale” più 6 match ai quali assistere. Precisamente 2 di prima fascia, 1 di seconda fascia e 2 di terza fascia.

Vale 87,16€. Dopo Napoli-Venezia e Napoli -Juve, si è praticamente esaurito (resterebbe un altro match di terza fascia).

Se vuoi cedere il titolo non è possibile (almeno per Napoli-Venezia non lo è stato). Quindi chi allo stadio non ci vuole più andare nemmeno può regalare il biglietto.

SERVIZIO OFFERTO

In Napoli-Venezia, quantomeno nel settore Curva B, un solo varco aperto per una fila durata oltre due ore.

 

Un assembramento all’ingresso pauroso dove convergevano più file. Diversi bambini presenti.

 

E si sapeva il numero dei paganti già prima chiaramente. E si sapeva che i controlli erano un po’ più lunghi per via del green pass. Per far aprire un altro varco sono state necessarie le vibranti proteste di alcuni tifosi.

Gente entrata a partita iniziata. Diversi sediolini sporchi.

 

Non sporcate dagli “incivili”, ma mai puliti in questi mesi di chiusura.
Steward che, se chiedevi di sederti al tuo posto numerato ti dicevano che non era il caso, che potevi sederti dove volevi. Ed ovviamente, quando veniva chi legittimamente chiedeva il proprio posto, le questioni non le dirimeva certo il personale preposto.

Steward, poveri ragazzi, notoriamente sottopagati e impreparati.
https://www.repubblica.it/sport/calcio/2019/12/16/news/san_paolo_allarme_steward-243617887/

SERVIZIO “CLIENTI”

La piattaforma di vendita per i biglietti è Ticketone. Che non ha un call center gratuito; si paga 1€ al minuto, neanche fosse una hotline. E non hai affatto la certezza di riuscire a parlare con un operatore.

Il Napoli non ha una linea telefonica per i clienti. Un servizio di assistenza per i servizi che eroga o appalta, soprattutto per la vendita dei biglietti.

Ce l’hanno l’Inter
https://www.inter.it/it/contatti

il Milan
https://www.acmilan.com/it/contatti

la Juventus
https://www.juventus.com/it/contattaci/

la Lazio
https://www.sslazio.it/it/societa/contatti

l’Udinese (proprio il numero “Assistenza tifosi”)
https://www.udinese.it/club/contatti

e tante altre società. Il Napoli non ha il telefono.

INGRESSO MINORI

In barba alla legge per anni il Napoli (ma un po’ tutti i club in Italia, per chiarezza) praticava oltre i 5 anni di età il prezzo pieno del biglietto.

Mentre gli under 14 non dovrebbero pagare, secondo legge, almeno per metà degli eventi offerti nell’anno.

Solo dopo una condanna del tribunale Civile di Napoli
https://www.iene.mediaset.it/2018/news/stadio-biglietti-under-14-napoli-tribunale-causa-sport_252080.shtml

il club ha dovuto adattarsi alla legge e predisporre un determinato numero di eventi nei quali i minori possono avere accesso gratuito
https://www.sscnapoli.it/static/content_2cols/Ingressi-Gratuiti-minori-14-anni-415.aspx

Napoli – Juventus, va da sé, non rientra tra questi. Pertanto io e mio figlio, in Curva, dovremmo spendere 100€ + annessi e connessi (c’è la Tribuna Family ma francamente si vede in maniera pessima da lì la partita).

C’è chi vuole e può farlo; legittima scelta. E’ il gioco, in effetti, della domanda e dell’offerta.

Ci sono tanti modi di tifare. C’è chi preferisce andare allo stadio solo nei big match, chi vuole andarci sempre, chi non ci si vuole nemmeno accostare.

Non esiste un modo di tifare migliore di un altro secondo me. Assolutamente.

Io ci rinuncio e la guarderò a casa.

Ci rinuncio perché ritengo il prezzo eccessivo in relazione al servizio offerto.

Perché al Maradona, reso “decente” grazie ai lavori delle Universiadi ma prima un vero “cesso”, servizi all’altezza, di corredo, non ce ne sono mai stati.

Ci tornerò comunque alle prossime. Per non privare della magica atmosfera del tifo un bambino nel pieno dell’amore per la sua squadra del cuore. E perché mi piace andarci.

Speranzoso che il club decida di attuare qualche misura di “avvicinamento” ai tifosi, come qualche allenamento a porte aperte (possibilmente non post-ammutinamento). Che migliori i servizi accessori e attui una politica che premi magari la fidelizzazione.

Se si volesse camminare insieme, tifo e società, si potrebbero fare tante cose.

Non appena installeranno il telefono, proverò a suggerirgliele.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here